Che cos’è il SEO negativo?

Black hat SEO si riferisce a una serie di pratiche che vengono utilizzate per aumentare il posizionamento di un sito o di una pagina nei motori di ricerca attraverso mezzi che violano i termini di servizio dei motori di ricerca. Il termine “cappello nero” è nato nei film occidentali per distinguere i “cattivi” dai “bravi ragazzi”, che indossavano cappelli bianchi (vedi SEO cappello bianco). Di recente, è usato più comunemente per descrivere hacker di computer, creatori di virus e coloro che compiono azioni non etiche con i computer.

È fondamentale rendersi conto che l’ implementazione delle tattiche e delle strategie SEO di Black Hat può far sì che il tuo sito venga bandito dai motori di ricerca , escludendoti dalla fonte di riferimento del traffico numero uno su Internet. Tutti i SEO hanno bisogno di una corretta comprensione del Black Hat SEO e delle sue conseguenze.

Che cos’è Black Hat SEO, comunque?

Black Hat SEO è più comunemente definito come una pratica non approvata che potrebbe comunque aumentare il posizionamento di una pagina in una pagina dei risultati dei motori di ricerca (SERP). Queste pratiche sono in contrasto con i termini di servizio del motore di ricerca e possono comportare l’esclusione del sito dal motore di ricerca e dai siti affiliati. Un elenco di tattiche e strategie utilizzate dai professionisti della SEO black hat è stato apertamente denunciato nelle Linee guida per i webmaster di Google e nelle Linee guida per i webmaster di Bing.

“Il lavoro che sto facendo aggiunge valore all’utente o lo sto solo facendo vedere ai motori di ricerca?” è una cartina di tornasole per stabilire se una tattica SEO andrebbe contro le linee guida per i webmaster di un motore di ricerca. Se non viene aggiunto alcun valore all’utente, ma è probabile che le classifiche aumentino, è molto probabile che le tue decisioni siano black hat. Lo stesso test può essere applicato alle pratiche di ricerca a pagamento per determinare se un’attività è considerata black hat ppc.

Tattiche SEO riconosciute per Black Hat

Le seguenti tattiche SEO sono considerate black hat e non dovrebbero assolutamente essere esercitate se si desidera rimanere al top con Google e altri motori di ricerca:

  • Automazione dei contenuti
  • Pagine della porta
  • Testo o collegamenti nascosti
  • Ripieno di parole chiave
  • Segnalazione di un concorrente (o SEO negativo)
  • Reindirizzamenti subdoli
  • Cloaking
  • Schemi di collegamento
  • Reti di pubblicazione degli ospiti
  • Manipolazione dei collegamenti (compresi i collegamenti per l’acquisto)
  • Spinning dell’articolo
  • Link Farms, Link Wheels o Link Networks
  • Spam di markup rich snippet
  • Query automatiche a Google
  • Creazione di pagine, sottodomini o domini con contenuti duplicati
  • Pagine con comportamenti dannosi, come phishing, virus, trojan e altri malware

Come segnalare SEO Black Hat

Ci sono due motivi per cui potresti segnalare SEO black hat. O il tuo sito Web è stato attaccato attraverso un attacco malevolo, un virus o una campagna SEO negativa di link spam, oppure vedi risultati Web spam su una parola chiave competitiva su cui si posiziona il tuo sito web. Per quest’ultimo, è possibile presentare un rapporto WebSpam tramite Strumenti per i Webmaster di Google. Si prega di utilizzare questo strumento con discrezione. SPAM non rappresenta posizioni di ricerca sopra la mia! Segnalare falsamente lo spam Web potrebbe essere considerato SEO black hat.

Nel caso in cui il tuo sito Web sia stato attaccato da un hack, un virus o un malware dannoso, richiedi una revisione del malware dopo aver rimosso il codice dannoso.

Nel caso in cui il tuo sito Web sia il bersaglio di una campagna SEO negativa di link spam, utilizza lo strumento Disavow Links in Strumenti per i Webmaster di Google dopo aver provato a contattare i webmaster che puntano questi link al tuo sito Web per rimuoverli.

Perché dovresti evitare Black Hat SEO?

Le tattiche di Black Hat SEO possono escludere il tuo sito Web da Google e da altri motori di ricerca.

Sebbene possa esserci un successo a breve termine attraverso un aumento del traffico verso il tuo sito, le sanzioni di Google stanno diventando sempre più sofisticate e possono avere effetti devastanti sulle tue classifiche e sul tuo traffico. Con centinaia di milioni di utenti che effettuano ricerche su Google al giorno, puoi davvero permetterti di essere de-indicizzato?

Nella terminologia dell’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO), la SEO black hat si riferisce all’uso di strategie, tecniche e tattiche SEO aggressive che si concentrano solo sui motori di ricerca e non su un pubblico umano, e di solito non obbediscono alle linee guida dei motori di ricerca.

Cappello nero SEO include riempimento di parole chiave, pagine di testo e porte invisibili, clock, link spamming, siti duplicati, link a pagamento, link agricoltura, scraping, picchettamento titoli.

SEO black hat

Ripieno di parole chiave:

“Riempimento parole chiave” si riferisce alla pratica di caricare una pagina Web con parole chiave o numeri nel tentativo di manipolare il posizionamento di un sito nei risultati di ricerca di Google. Spesso queste parole chiave compaiono in un elenco o gruppo o fuori contesto (non come prosa naturale).

TESTO NASCOSTO:

Il testo nascosto è anche noto come “testo invisibile” o “testo falso”. Il testo nascosto viene spesso utilizzato per lo spamming dei motori di ricerca. Ma molti motori di ricerca intelligenti, come Google, possono rilevare l’uso di testo nascosto.

PAGINE DEL PORTO:

Le pagine della porta sono pagine Web create per lo spamdexing. Questo è per lo spamming dell’indice di un motore di ricerca inserendo risultati per frasi particolari allo scopo di inviare visitatori a una pagina diversa.

SPAMING LINK:

Link spamming è sinonimo di ottimizzazione dei motori di ricerca black hat. Esistono pochi metodi che sono citati come spam nell’elenco di Google. Invio directory. Invio di segnalibri.

SITI DUPLICATI:

> È un vecchio trucco SEO black hat

> Qui è dove si prende un sito Web o blog esistente, si prende il suo codice sorgente e si apportano alcune semplici modifiche ad esso, modificano cose come il tag del titolo del sito, i meta tag, la descrizione, le parole chiave o cambiano un titolo del contenuto del riorganizzandolo. Una volta apportate le modifiche, queste vengono indicizzate su Google e sui motori di ricerca. > Anche in questo caso Google migliora sempre nel individuare i trucchi SEO black hat e ha la capacità di abbinare i siti. Se vede duplicati saranno banditi

PERCHÉ FACCIAMO IL CAPPELLO NERO SEO?

L’ottimizzazione dei motori di ricerca naturale è un processo lungo e noioso per qualsiasi sito Web. Per essere la prima pagina se Google per un determinato sito Web, possono essere necessari anni. Le tattiche di Black Hat SEO hanno dimostrato di essere efficaci per alcuni e alcuni siti Web hanno persino visto i risultati della prima pagina in pochi giorni.

SVANTAGGI DEL CAPPELLO NERO SEO:

Se Google rileva un sito Web di collegamenti spamming, collegamento agricolo, riempimento di parole chiave o qualsiasi altra attività illegale, può vietare il tuo sito Web per sempre dal loro portale di ricerca

1. Il passaggio temporaneo di livello elevato passa al livello inferiore.

2. La qualità del sito Web va a male.

3. Escluso definitivamente dai motori di ricerca.

Grazie per aver letto…

SEO off-page negativo

Questo tipo di SEO negativo prende di mira il sito senza interferire internamente con esso. Ecco le forme più comuni che la SEO off-page negativa può assumere.

  1. Link alle fattorie

Uno o due link spam probabilmente non danneggeranno le classifiche di un sito. Ecco perché gli attacchi SEO negativi in ​​genere comportano la creazione di collegamenti da un gruppo di siti interconnessi o link farm. In genere, la maggior parte di questi collegamenti utilizza lo stesso testo di ancoraggio. Queste ancore a corrispondenza esatta possono essere completamente estranee al sito sotto attacco; oppure potrebbero includere una parola chiave di nicchia per far sembrare il profilo del link del sito come se il proprietario lo stesse manipolando.

Qualche tempo fa è successo a WP Bacon, un sito podcast di WordPress. In un breve periodo di tempo, il sito ha acquisito migliaia di collegamenti con il testo di ancoraggio “film porno”. Per 10 giorni, WP Bacon ha perso oltre 50 punti in Google per la maggior parte delle parole chiave per cui era classificato. Questa storia ha comunque un lieto fine: il webmaster ha rinnegato i domini spam e, alla fine, WP Bacon ha recuperato la maggior parte delle sue classifiche.

Fonte: Il blog SEO {White | Gray | Black} – JacobKing.com

Come stare al sicuro: prevenire un attacco SEO negativo non è qualcosa in tuo potere, ma è possibile individuare il tentativo abbastanza presto per invertire il danno. Per fare ciò, è necessario monitorare regolarmente la crescita del profilo dei collegamenti. SEO SpyGlass, ad esempio, ti offre grafici di avanzamento sia per il numero di link nel tuo profilo, sia per il numero di domini di riferimento. Un picco insolito in uno di quei grafici è una ragione sufficiente per esaminare i collegamenti che hai improvvisamente acquisito.

Per vedere effettivamente i collegamenti che hanno costituito il picco, vai alla dashboard dei domini di collegamento (o backlink ) in SEO SpyGlass e ordina i collegamenti in base alla data dell’ultimo trovato facendo clic due volte sull’intestazione della colonna. Cerca i collegamenti che sono stati trovati nello stesso momento in cui è apparso il picco sul grafico.

Se non hai idea da dove provengano i link, è utile esaminare il loro rischio di penalità . Passa alla scheda Rischio penalità collegamento , seleziona i backlink sospetti che hai appena scoperto e fai clic su Aggiorna rischio penalità collegamento . In pochi minuti, la colonna dovrebbe essere popolata con valori su una scala da 0 a 100. È una metrica abbastanza accurata per dire se i collegamenti provengono da fattorie di collegamenti, poiché, tra le altre cose, esamina il numero di domini di collegamento che provengono dallo stesso indirizzo IP o blocco C.

Infine, una volta identificati i link di spam, puoi creare un file di disadow direttamente in SEO SpyGlass. Per fare ciò, fai clic con il pulsante destro del mouse sul dominio backlink / linking e seleziona Disavow (assicurati di selezionare l’ intero dominio in modalità Disavow ). Fai lo stesso per tutti i collegamenti innaturali individuati. Infine, vai su Preferenze> Backlink Disavow / Blacklist , rivedi il tuo file disavow ed esportalo quando ne sei soddisfatto.

  1. raschiatura

Raschiare i tuoi contenuti e copiarli su altri siti è un altro modo in cui un concorrente può rovinare le tue classifiche. Quando Google trova contenuti duplicati su più siti, di solito sceglierà solo una versione da classificare. Nella maggior parte dei casi, Google è abbastanza intelligente da identificare il pezzo originale … a meno che non trovino prima la versione “rubata”. Ecco perché gli scraper spesso copiano automaticamente nuovi contenuti e li ripubblicano immediatamente.

Come stare al sicuro: Copyscape è uno strumento essenziale se sei determinato a trovare istanze di duplicazione dei contenuti. Se trovi copie scartate dei tuoi contenuti, è una buona idea contattare prima il webmaster chiedendo loro di rimuovere il pezzo. Se questo non è efficace, potresti voler segnalare lo scraper usando il rapporto di violazione del copyright di Google.

  1. Strisciante vigoroso

Esistono esempi di proprietari di siti disperati che provano a bloccare il sito di un concorrente eseguendo la scansione forzata e causando un carico pesante del server. Se Googlebot non riesce ad accedere al tuo sito per alcune volte di seguito … hai indovinato, potresti essere declassato.

Come stare al sicuro: se noti che il tuo sito è diventato lento o, peggio, non disponibile, una cosa saggia da fare è contattare la tua società di hosting o il webmaster: dovrebbero essere in grado di dirti da dove proviene il carico. Se conosci una o due cose sui log del server, ecco alcune istruzioni dettagliate su come trovare i crawler del cattivo e bloccarli con robots.txt e .htaccess.

SEO on-page negativo

Gli attacchi SEO on-page negativi sono molto più difficili da implementare. Ciò comporta l’hacking nel tuo sito e cambiare le cose. Ecco le principali minacce SEO che un attacco di un hacker può rappresentare.

  1. Modifica i tuoi contenuti

Penseresti di notare se qualcuno ha cambiato il tuo contenuto, ma questa tattica può anche essere molto sottile e difficile da individuare. Quando l’aggressore aggiunge contenuto spam (di solito link) a un sito, spesso lo nasconde (ad esempio, in “display: none” nell’HTML), quindi non lo vedrai a meno che non guardi nel codice.

Un altro possibile scenario SEO negativo è qualcuno che modifica le tue pagine per reindirizzare alle loro. Questa non è una minaccia per la maggior parte delle piccole imprese, ma se il tuo sito gode di elevata autorità e popolarità di link, potrebbe essere il modo subdolo di qualcuno per aumentare il PageRank del proprio sito o semplicemente reindirizzare i visitatori al loro sito quando provano ad accedere al tuo. Per il sito sotto attacco, tali reindirizzamenti non sono solo un inconveniente temporaneo. Se Google viene a conoscenza del reindirizzamento prima di te, può penalizzare il sito per “reindirizzamento a un sito Web dannoso”.

Come rimanere al sicuro: regolari controlli del sito con uno strumento come WebSite Auditor sono il modo migliore per individuare attacchi così sottili. Per iniziare il tuo primo audit, avvia WebSite Auditor e crea un progetto per il tuo sito. Ogni volta che è necessario rieseguire il controllo, utilizzare il pulsante Ricostruisci progetto . Fintanto che lo fai regolarmente, dovresti essere in grado di individuare cambiamenti che altrimenti potrebbero passare inosservati, come il numero di collegamenti in uscita sul sito o pagine con reindirizzamenti.

Per esaminare in dettaglio tali collegamenti o reindirizzamenti, passare alla dashboard Tutte le risorse e passare alla sezione Risorse esterne . Se vedi un inaspettato aumento del conteggio di questi, guarda l’elenco a destra per vedere dove puntano quei collegamenti e la parte inferiore dello schermo per le pagine in cui sono stati trovati.

2. Ottenere il sito de-indicizzato

Una piccola modifica in robots.txt è un’alterazione che potrebbe provocare il caos su tutta la tua strategia SEO. È sufficiente una regola di non consentire a Google di ignorare completamente il tuo sito Web.

Ci sono molti esempi di questo online, inclusa questa storia. Un cliente ha licenziato un’agenzia SEO di cui non era contento, e la loro vendetta stava aggiungendo una regola Disallow: / al file robots.txt del cliente.

Come rimanere al sicuro: controlli di classificazione regolari ti aiuteranno a essere il primo a sapere se il tuo sito viene de-indicizzato. Con Rank Tracker, è possibile pianificare controlli automatici da eseguire quotidianamente o settimanalmente. Se il tuo sito cade improvvisamente dai risultati dei motori di ricerca, vedrai una nota Dropped nella colonna Differenza .

Quando ciò accade attraverso un gran numero di parole chiave, di solito implica una penalità o una de-indicizzazione. Se sospetti quest’ultimo, controlla le statistiche di scansione nel tuo account di Google Search Console e dai un’occhiata a robots.txt.

  1. Hacking del sito (di per sé)

Anche se l’hacker non ha in mente SEO negativo, l’attacco in sé può danneggiare il tuo SEO. Google vuole proteggere i suoi utenti, motivo per cui, se sospettano che un sito sia stato violato, possono ridimensionarlo o almeno aggiungere una riga “questo sito potrebbe essere violato” ai tuoi elenchi di ricerca.

Vuoi fare clic su un risultato del genere?

Come stare al sicuro: SEO negativo a parte, aumentare la sicurezza del tuo sito dovrebbe essere in cima alla tua lista di priorità per ovvie ragioni. Questo argomento merita un post a parte, ma puoi trovare alcuni ottimi consigli qui e qui.

SEO negativo è il termine attribuito a pratiche SEO ad alto rischio o contro le politiche di Google. Molte di queste pratiche sono in realtà illegali. Alcuni di loro sono orribili per il ranking generale della pagina.

Come evitare queste tattiche SEO bellicose? Come stai al passo con i codici con Google?

Devi imparare a riconoscere i tabù del SEO. Alcuni sono ovvi. Come copiare i tuoi contenuti su molti altri siti Web. Questo tipo di comportamento è illecito perché ti dà il vantaggio di avere i tuoi contenuti su un altro sito di ranking SEO più elevato. Ciò lascia un impatto simile a una sanguisuga sul business sfruttato.

Un’altra ovvia pratica SEO è quella di acquistare backlink non validi. Questi collegamenti sono spam e talvolta contengono virus. Poiché la qualità di tali siti è generalmente scadente, questa pratica è un tentativo vanaglorioso di attirare l’attenzione sul tuo sito.

Fondamentalmente, il SEO negativo è qualsiasi atto di imitazione del SEO che rende vulnerabili le informazioni dei tuoi clienti, lascia gli altri siti vulnerabili a possibili violazioni della sicurezza o sfrutta gli altri per migliorare il tuo posizionamento apparente.

Mentre Internet diventa un paesaggio così ambiguo, come puoi sapere cosa evitare nel tuo SEO?

Basta chiedere l’autorizzazione prima di utilizzare determinati prodotti digitali. Questo può essere sotto forma di backlink. Questo può anche essere sotto forma di condivisione di contenuti. Non vuoi condividere un grosso carico di contenuti del tuo concorrente solo per sfruttare i tuoi risultati di ricerca o i risultati dei social media. Allo stesso modo, non trollare sezioni di commenti su forum e post social con collegamenti al tuo sito. Non solo è altamente offensivo per tutte le persone presenti nel forum, ma è anche estremamente discutibile. Il consumatore di Internet si chiederà della validità del tuo sito. Se il tuo sito è così meraviglioso e vale la pena visitarlo, perché devi trollare YouTube ai video per attirare visitatori?

La fiducia del cliente è importante. È un prodotto intrinsecamente prezioso che, una volta perso, non può essere facilmente recuperato.

Non solo i tuoi clienti devono preoccuparsi di rimandare, ma devi anche pensare lungo le linee dell’IA. La tecnologia delle macchine è cresciuta fino a diventare robot con livelli di intelligenza umana nei bambini. Questi robot agiscono come operatori del mondo SEO. Se invii molti chatbot spam, quelli legittimi li individueranno. L’analisi che forniranno avrà una profonda scossa di negatività. Di conseguenza, il brusio di chiacchiere in città che otterrai sarà una caduta fuori dalla grazia. Potresti ricevere attenzione, ma non è una buona attenzione. Contrariamente alla credenza popolare, l’attenzione in sé non è un programma di premi. Devi offrire al pubblico la vera qualità prima che ti prestino attenzione.

Devi essere avvisato del SEO disinteressato perché le tattiche SEO negative possono raggrupparti con i criminali informatici. Molte pubblicazioni di black hat offrono una miriade di collegamenti che sembrerebbero allettanti da utilizzare come supporto per il backlink. Questi forniscono anche un perfetto trampolino di lancio nel territorio dei virus e in altri luoghi in cui i cittadini di Internet non hanno affari. Fai attenzione. Cammina dolcemente attraverso l’interweb e porta molte carte per appunti.

Può essere una sfida. Un’impresa scoraggiante che sembra la prova di Ercole. Sappiamo. Tuttavia, se persisti con i tuoi sforzi imprenditoriali, alla fine supererai gli ostacoli che i principianti SEO devono affrontare.

SEO negativo può significare una delle due cose.

Le persone usano il termine per esprimere le tattiche disapprovate da Google, come la partecipazione a schemi di link e il caricamento di pagine con parole chiave troppo saturi. Questo di per sé è un approccio negativo al SEO e produrrà scarsi risultati.

L’espressione più comunemente usata per la SEO negativa si riferisce all’arte oscura del sabotaggio dei siti Web della concorrenza per sfruttare la visibilità delle parole chiave. Ciò si ricollega al punto 1, in quanto molti tattici potrebbero utilizzare schemi di link non salutari per indicare un sito Web della concorrenza e sperare che venga penalizzato da Google.

Il mio consiglio è di evitare del tutto il SEO negativo e concentrarsi sulla costruzione del tuo marchio usando idee per cui il tuo pubblico ti ringrazierà.

Mantieni pulito il Web.

Che cos’è il SEO negativo?

Una definizione SEO negativa può essere difficile da trovare, poiché l’argomento è appena discusso ed è anche piuttosto ampio. Tuttavia, tenteremo di renderlo il più chiaro possibile. La SEO negativa è qualsiasi tentativo malevolo intrapreso contro il tuo sito nel tentativo di danneggiare le tue classifiche.

L’ottimizzazione negativa del motore di ricerca non è necessariamente il risultato della concorrenza che cerca di superare te. Sebbene la maggior parte delle persone supponga che il SEO negativo si verifichi quando un concorrente ti attacca, può anche essere il risultato di un individuo con una vendetta e significative risorse SEO a sua disposizione.

per ulteriori informazioni, fare clic sulla fonte del collegamento: che cos’è il SEO negativo?

Ciao,

SEO black hat è il SEO negativo.

Alcune tecniche SEO black hat sono,

  • Blog di spam
  • Parole chiave non pertinenti
  • Riempimento di parole chiave
  • Contenuto duplicato
  • collegamenti nascosti
  • Spam di social network ecc.

Questi devono essere evitati da tutti, fai alcuni dei migliori servizi SEO e migliora le tue classifiche.

Saluti 🙂

La minaccia del SEO negativo è remota ma scoraggiante. Quanto è facile per un concorrente rovinare le tue classifiche e come proteggi il tuo sito? Ma prima di iniziare, assicuriamoci di essere chiari su ciò che è SEO negativo e cosa sicuramente non lo è.

link farm

Uno o due link spam probabilmente non danneggeranno le classifiche di un sito. Ecco perché gli attacchi SEO negativi in ​​genere comportano la creazione di collegamenti da un gruppo di siti interconnessi o link farm. In genere, la maggior parte di questi collegamenti utilizza lo stesso testo di ancoraggio.

raschiatura

Raschiare i tuoi contenuti e copiarli su altri siti è un altro modo in cui un concorrente può rovinare le tue classifiche. Quando Google trova contenuti duplicati su più siti, di solito sceglierà solo una versione da classificare. Nella maggior parte dei casi, Google è abbastanza intelligente da identificare il pezzo originale … a meno che non trovino prima la versione “rubata”. Ecco perché gli scraper spesso copiano automaticamente nuovi contenuti e li ripubblicano immediatamente.

Che cos’è il SEO negativo?

Una definizione SEO negativa può essere difficile da trovare, poiché l’argomento è appena discusso ed è anche piuttosto ampio. Tuttavia, tenteremo di renderlo il più chiaro possibile. La SEO negativa è qualsiasi tentativo malevolo intrapreso contro il tuo sito nel tentativo di danneggiare le tue classifiche.

L’ottimizzazione negativa del motore di ricerca non è necessariamente il risultato della concorrenza che cerca di superare te. Sebbene la maggior parte delle persone ritenga che il SEO negativo si verifichi quando un concorrente ti attacca, può anche essere il risultato di un individuo con una vendetta e significative risorse SEO a sua disposizione.

Quando accade il SEO negativo?

Il SEO negativo di solito si verifica quando un altro individuo o azienda ha un forte desiderio di spingerti fuori dalle classifiche per una parola chiave specifica. Può succedere in qualsiasi momento, dopo essere stato in giro per diversi anni o mentre sei una nuova compagnia.

Se hai bisogno di assumere un esperto per occuparti del tuo marketing SEO, contattaci all’indirizzo [e-mail protetto]

Black Hat SEO viene utilizzato per classificare le tecniche che mirano a controllare le SERP, causando effetti negativi sull’affidabilità della capacità di un motore di ricerca di portare risultati significativi a ciò che gli utenti di Internet stanno cercando attraverso diversi motori di ricerca.

Il SEO negativo è anche chiamato SEO black hat.Il SEO negativo si riferisce alla pratica dell’uso del black hat e di tecniche non etiche per la gamma di un concorrente nei motori di ricerca. siti, link a pagamento, link agricoltura, raschiatura, picchettamento titoli.

Svantaggi di Black Hat SEO:

Se Google rileva un sito Web di collegamenti spamming, collegamento agricolo, riempimento di parole chiave o qualsiasi altra attività illegale, può vietare il tuo sito Web per sempre dal loro portale di ricerca

1. Il passaggio temporaneo di livello elevato passa al livello inferiore.

2. La qualità del sito Web va a male.

3. Escluso definitivamente dai motori di ricerca.

Vantaggio di Black Hat SEO:

consente risultati più rapidi rispetto a White Hat SEO.

Nel mondo varie aziende SEO stanno utilizzando questa tecnica, che consente risultati più rapidi. Conduce anche la soddisfazione dei loro consumatori.

La SEO negativa si riferisce alla pratica dell’uso di black hat e di tecniche non etiche per sabotare le classifiche di un concorrente nei motori di ricerca. Gli attacchi SEO negativi possono assumere varie forme: Attaccare il tuo sito Web. Risparmia utilizzando i servizi di email marketing

Il SEO negativo è la pratica di utilizzare tecniche non etiche per danneggiare la posizione del motore di ricerca di un concorrente o, in parole semplici, una pratica di implementazione di tecniche SEO black hat su un altro sito. A volte le persone maligne creano collegamenti spam e lo indirizzano al tuo sito Web, il che comporta una sanzione da parte di Google.

La SEO negativa è l’atto di mostrare ai motori di ricerca, come Google, che un sito Web o una presenza online NON è rilevante o popolare nel tentativo di svalutare o terminare i posizionamenti o l’impronta dei backlink.

La SEO negativa si verifica in quasi tutti i settori online e il modo di base che i consumatori e gli imprenditori possono combattere è fare un rifiuto trimestrale di tutti i backlink di bassa qualità.

Se vuoi saperne di più sul SEO positivo e finalmente uscire dal mondo del marketing, dei blog e degli annunci pubblicitari a pagamento e provare qualcosa di più nuovo e migliore, richiedi un’analisi seo e delle classifiche gratuita su: https://www.irankfast.com /

La SEO negativa si verifica quando qualcuno tenta di abbassare le classifiche di un sito nei motori di ricerca. Esistono diversi modi per tentare questo. Il tipo più comune di SEO negativo che viene discusso è SEO negativo basato sul collegamento, ma ci sono molte altre tecniche che le persone senza scrupoli possono usare per cercare di ridurre le tue classifiche. Parleremo di come riconoscere alcune di queste tattiche più avanti in questo articolo.

6 modi di SEO negativo

Link alle fattorie

Forse un paio di interfacce spam probabilmente non danneggeranno le classifiche di un sito. Questo è il motivo per cui gli assalti SEO negativi per la maggior parte includono la costruzione di join da una raccolta di destinazioni interconnesse o ranch di connessione. Di solito, gran parte di queste connessioni utilizza un contenuto di soggiorno simile. Questi soggiorni di corrispondenza corretti potrebbero essere totalmente irrilevanti per il sito sotto assalto; oppure possono incorporare un slogan speciale per influenzare la connessione del sito al profilo simile al proprietario che lo sta controllando.

graffiare

Graffiare la tua sostanza e replicarla trasversalmente su diverse aree è un altro modo in cui un concorrente può demolire le tue classifiche. Nel momento in cui Google scopre i contenuti che vengono copiati in varie versioni locali, selezionerà per lo più solo un singolo adattamento per il posizionamento. Nel complesso, Google è sufficientemente intelligente da riconoscere il primo pezzo … a meno che non scoprono prima il modulo “rubato”. Questo è il motivo per cui i lavasciuga duplicano regolarmente naturalmente nuove sostanze e le ripubblicano immediatamente.

Strisciante vigoroso

Ci sono casi in cui i proprietari di siti nervosi si sforzano di arrestare il sito di un concorrente strisciandolo fortemente e causando un notevole stack di server. Nella remota possibilità che Googlebot non riesca ad accedere al tuo sito per un paio di volte di seguito … ce l’hai – potresti essere de-posizionato.

Alterando la tua sostanza

Penseresti di vedere nel caso in cui qualcuno cambi la tua sostanza, ma questa strategia può anche essere eccezionalmente senza pretese e difficile da individuare. Poiché l’aggressore include contenuti spam (generalmente si collega) a un sito, lo nascondono regolarmente (ad esempio, in “display: none” nell’HTML), quindi non lo vedrai a meno che non guardi nel codice.

Ottenere il sito classificato

Un piccolo cambiamento in robots.txt è una modifica che potrebbe causare la distruzione dell’intera procedura SEO. Un cavo vietato è tutto ciò che serve per avvisare Google di ignorare totalmente il tuo sito.

Esistono vari casi di questo Web, inclusa questa storia. Un cliente ha lasciato andare un ufficio SEO di cui non era contento, e la sua punizione includeva un Disallow: / run su robots.txt del cliente.

Hacking the site (in sostanza)

Indipendentemente dalla possibilità che il programmatore non abbia SEO negativo in cima all’elenco delle priorità, l’assalto in sostanza può danneggiare il tuo SEO. Google deve proteggere i propri clienti, che è la ragione, nel caso in cui presumano che un sito sia stato violato, potrebbe declassarlo o in ogni caso includere una riga “questo sito potrebbe essere violato” ai tuoi post di caccia.

Huh SEO negativo (mi sento la persona giusta per rispondere a questa domanda)

SEO aka Search Engine Optimization significa ottimizzare siti Web / blog secondo le linee guida dei motori di ricerca.

SEO negativo significa violare le linee guida del motore di ricerca (non proprio)!

SEO fatto per far apparire i siti nella prima pagina dei motori di ricerca

SEO negativo fatto per far apparire i siti nelle ultime pagine dei motori di ricerca (a volte per scomparire dai risultati di ricerca)

come fare SEO negativo?

ci sono modi enormi per fare SEO negativo.

  • link di spam
  • collegamenti da siti porno / siti di giochi d’azzardo
  • ancore per adulti
  • software per la costruzione di link automatici

e molto di più.

Personalmente non incoraggio il SEO negativo.

la maggior parte dei miei siti di denaro sono interessati a causa della SEO negativa.

La SEO negativa si riferisce alla pratica dell’uso di black hat e di tecniche non etiche per sabotare le classifiche di un concorrente nei motori di ricerca. Gli attacchi SEO negativi possono assumere diverse forme:

  • Hacking del tuo sito Web
  • Costruire centinaia o migliaia di link spam al tuo sito web
  • Copiare i tuoi contenuti e distribuirli su Internet
  • Puntare i collegamenti al tuo sito Web utilizzando parole chiave come Viagra, poker online e molti altri
  • Creare profili social falsi e rovinare la tua reputazione online
  • Rimozione dei migliori backlink del tuo sito web

La SEO negativa si riferisce alla pratica dell’uso di black hat e di tecniche non etiche per sabotare le classifiche di un concorrente nei motori di ricerca. Gli attacchi SEO negativi possono assumere diverse forme: Hacking del tuo sito web. Costruire centinaia o migliaia di link spam al tuo sito web.

SEO negativo: dovresti essere preoccupato? Se attaccato, cosa dovresti fare?

ti aiuterà a capire!

Utilizzando tecniche black hat seo e non seguire le linee guida di googles chiama seo negativo. Dà un effetto molto negativo sul nostro sito Web o sul nostro business. Per buoni risultati usare sempre.